Il consumo di elettricità in casa.

La bolletta elettrica è il documento su cui sono indicati i consumi elettrici della nostra abitazione. Per grandi linee la spesa si divide in 3 voci che, per semplificare, possiamo considerare equivalenti: i consumi veri e propri, i costi per il trasporto dell’energia e le imposte varie. Questo vuol dire che, se la bolletta è di 120€ il costo di energia effettivo è circa 40€.

Ma quanto costa quindi l’elettricità? Per misurare il consumo viene utilizzato il “chilowatt per ora” : se teniamo accesa una stufa da 1000 watt per un’ora consumiamo un “chilowattora”. Il prezzo del “chilowattora” varia a seconda delle società che ci forniscono l’elettricità. Per semplificare ipotizziamo un costo di 20 centesimi ogni chilowattora (si può dire anche KWh oppure “scatto”).

Che consumi hanno gli elettrodomestici? Qui sotto facciamo una tabella approssimativa per avere un’idea dei consumi: ovviamente il consumo preciso dell’elettrodomestico dipende dal modello e dal produttore ed è comunque indicato nei documenti allegati dal produttore e sulle etichette.

  • 1 lampadina ad incandescenza    40 watt – 100 watt
  • 1 lampadina a basso consumo     5 watt- 20 watt
  • 1 televisore                                       100 watt – 300 watt
  • 1 frigorifero                                      200 watt
  • 1 stufa  a lampada alogena           500 watt – 1500 watt
  • 1 lavatrice                                        1000 watt

Etichette di classificazione del risparmio energetico.

Di recente gli elettrodomestici sono stati dotati di un’etichetta che ne indica la “classe” di risparmio energetico:

Elettrodomestici a risparmio energetico - Gioia della Casa - Casalinghi , Design e Benessere in casa

Un elettrodomestico con classe “A” ha bassi consumi nei confronti di un altro di classe “F” che invece ha elevati consumi.

Quanto si spende?

Se tengo acceso 10 lampadine da 60Watt per 2 ore quanto spendo? Basta fare questi calcoli: 10 lampadine da 60 watt hanno una potenza di 600 watt che comportano un consumo di 600 watt/ora cioè 1200 watt in 2 ore. 1200 watt corrispondono a 1,2 Kw e quindi il costo è 1,2 x 20 cents= 24 centesimi di euro.

Quanto consumo in un giorno?

Se la bolletta indica un costo di 40€  al mese di sola energia consumata, ricordando che ogni Kwh costa 20 centesimi, vuol dire che abbiamo consumato 40/0,20 kw/h cioè 200 scatti o chilowatt/ora, mediamente quindi 200/30 kw/h al giorno, 6,67 kw/h. Come è possibile consumare quasi 7 kwh al giorno?

Per esempio:

  • 10 lampadine da 50 watt per 2 ore consumano  1 kwh
  • 1 stufa da 1000watt per 2 ore consuma                2 kwh
  • 1 forno da 1000watt per 30 minuti consuma      0,5 kwh
  • 1 frigo da 100 watt per 24 ore consuma               2,4 kwh
  • 1 televisore da 100 watt per 5 ore consuma        0,5 kwh

il totale del consumo in quella giornata sarebbe di 1+2+0,5+2,4+0,5 = 6,4 kwh pari ad un costo di 6,4 x 0,2€ = 1,2€ di energia e 1,2€ x 3 = 3,6€ di costi totali (energia + trasporto + oneri)  in bolletta.

 

Domande.

  1. Se utilizzo il televisore da 200watt tutti i giorni, sempre per 5 ore al giorno, quanti kilowatt/h effettivi  consumo  ? Quanto costano? Quanto pago in bolletta di costi complessivi?
  2. Quanto spendo di componente energia in un giorno se uso: la tv da 200watt per 5 ore, il frigo da 100w per 24 ore, 5 lampadine da 100 watt per 4 ore, la stufa da 1000 watt per 5 ore?

 

Esercizi facili:

  1. Scrivi 6 elettrodomestici che hai in casa.
  2. Metti in ordine questi 6 elettrodomestici da quello che consuma meno a quello che consuma di più.
  3. Quale/i elettrodomestico/inno ha un motorino all’interno (forno elettrico, phon, frigorifero, lavatrice).

Due conti.

  1. calcola il consumo in watt/ora in un mese di 1 lampadina da 40 watt accesa dalle 18.00 alle 23.00 tutti i giorni.
  2. calcola il numero di kilowatt/ora consumati mediamente al giorno se la bolletta riporta 45€ al mese di componente energia ed 1 kw/h costa 25 centesimi

 

 

Alcuni elettrodomestici.

 

La lavatrice (macchina lavapanni).

La macchina per lavare i panni, o lavatrice, ha un consumo molto elevato di energia elettrica perché all’interno esistono più componenti che consumano elettricità, cioè:

  1. motore elettrico
  2. serpentina elettrica per il riscaldamento dell’acqua,
  3. elettrovalvola
  4. pompa dell’acqua.
  5. centralina elettrica e scheda elettronica.

Il funzionamento: nella macchina entra energia elettrica, acqua e detersiva ed esce acqua sporca. L’oggetto del lavaggio sono i panni che entrano sporchi ed escono puliti. Quindi le parti della macchina sono:

  1. tubo di carico dell’acqua
  2. cavo elettrico di alimentazione
  3. elettrovalvola
  4. pompa di scarico dell’acqua
  5. motore elettrico
  6. cestello carica panni
  7. cinghia di trasmissione
  8. filtro
  9. selettore di programma
  10. tasto on/off
  11. termostato
  12. vaschetta dei detersivi
  13. oblò

 

Il tubo di carico dell’acqua porta l’acqua pulita nella macchina per poter lavare i panni, nella vaschetta porta detersivo si aggiunge il sapone liquido o in polvere e qualche eventuale additivo (anti calcare). L’acqua viene arrestata dalla valvola elettrica che si apre, quando la centralina chiede di caricare acqua e si chiude quando il cestello è già pieno di acqua a sufficienza. L’oblò è lo sportello di vetro, in cui è presente una guaina di tenuta dell’acqua, che serve ad aprire il cestello in cui si caricano i panni. La corrente arriva attraverso il carico a tutti i dispositivi elettrici, in genere il cavo è abbastanza doppio perché la quantità di corrente elettrica consumata è elevata.  Il cestello gira attraverso l’aiuto del motore elettrico: con una cinghia il moto viene trasportato dalla ruota / puleggia del motore verso la ruota folle del cestello. Il motore elettrico è in grado di arrivare fino a 2000 girti al minuto ma il cestello può girare fino a 600 giri al minuto o, nei modelli più costosi, fino a 1200 giri al minuto. La centrifuga è una modalità di lavoro della macchina che serve a pulire meglio i panni oppure a eliminare tutta l’acqua da essi. Il filtro serve ad asportare sporcizia che potrebbe entrare nella pompa di scarico dell’acqua: lo si apre, una volta al mese, e si rimuovono capelli, ed altri residui del lavaggio. Il programmatore serve a stabilire che tipo di lavaggio voglio: ad alta o bassa temperatura, con o senza centrifuga, per 30 minuti o per 90 minuti.

Lavatrice: guida completa

 

Esercizi:

  1. disegna con il righello, sul foglio a quadretti lo schema sotto il titolo
  2. spiega il funzionamento di ogni componente
  3. se una lavatrice da 1 kw è utilizzata per 1 h quanti kwh consuma?
  4. se un chilowattora costa 60 centesimi quanto si paga per la lavatrice della precedente domanda?
  5. se la lavatrice viene usata tutti i giorni per 1 ora quanti kwh consuma al mese?
  6. quanto costa al mese, in bolletta, il suo utilizzo?

Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *