La pelle ed il cuoio

Pelle e cuoio sono ottenuti dalla concia delle pelli animali: in commercio sono molto utilizzate le pelli di animali come buoi, vitelli, capre, cavalli, cinghiali. Quando la pelle è conciata per avere uno spessore alto e per produrre suole di scarpe, cinture, selle viene detta “cuoio” mentre è detta semplicemente “pelle” quando lo spessore è piccolo.

Prodotti ottenuti con l’uso di pelle e cuoio.

  • abbigliamento: guanti ed indumenti di pelle (giacche, soprabiti, pantaloni…);
  • arredamento: poltrone e divani, interni auto;
  • selleria: biciclette, moto e selle per equitazione;
  • calzaturificio: cuoio per le suole e pelle per le parti interne ed esterne;
  • pelletteria: ;
  • sport: giacche e pantaloni per motociclismo ed altri sport.

Proprietà della pelle e del cuoio.

Di seguito descriviamo le principali proprietà e vantaggi nell’avere indumenti ed oggetti in pelle o cuoio.

  1. traspirazione: il cuoio consente un buon passaggio dell’aria riducendo sudore e formazione di batteri.
  2. pemeabilità all’acqua: il cuoio è impermeabile così che ci protegge da intemperie.
  3. resistenza al fuoco: se trattato il pellame migliora la ignifuga.
  4. resistenza all’abrasione: le giacche dei motociclisti sono in pelle perché protegge in caso di caduta dall’abrasione e raschiatura.
  5. resistenza all’usura: i prodotti in pelle si consumano meno nel tempo e con l’uso;
  6. flessibilità: cuoio e pelle non sono materiali rigidi e ciò consente una maggiore comodità se indossati.
  7. colorabilità: assorbono il colore e lo mantengono.

Lavorazione delle pelli.

  1. conservazione: le pelli vengono dapprima trattate con soluzione salina e poi essiccate per migliorarne la conservabilità.
  2. rinverdimento: immersa in acqua per eliminare il sale residuo e sporco.
  3. depilazione: immersi in calce e solfuro di sodio e poi vengono rimossi tutti i peli.
  4. macerazione: immersione in enzimi particolari.
  5. concia: si trattano con il tannino che migliora la resistenza della pelle oppure con il solfato di cromo per lo stesso scopo.
  6. pressatura, tintura, lucidatura, stiratura: trattamenti finali di rifinitura del prodotto per migliorarlo o renderlo più gradevole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.